Le Empanadas di Carne di Rocio

Le Empanadas di Carne di Rocio

Siamo tutti riuniti in casa in questi tempi strani ,foschi e inimmaginabili fermati da un virus simil influenzale . Non sembrava potesse toccarci . Avevamo fede nelle nostre risorse scientifico- tecnologiche e invece eccoci qua.

Sono fortunata ad avere in casa anche mio figlio e la sua giovane compagna rientrati prima della chiusura di tutte le attività del nostro paese.

Rocio è uruguaiana e ci ha preparato  le empanadas come le faceva sua nonna, che veniva dal Piemonte.

Si ritiene che furono gli Arabi a portare questa ricetta in Spagna durante il periodo della loro dominazione nella penisola iberica e la prima menzione del piatto la si trova in un libro di cucina pubblicato in catalano nel 1520 da Ruperto de Nola, El Libre del Coch, in cui si descrivono empanadas ripiene di frutti di mare.

I popoli arabi del bacino del Mediterraneo avevano l’abitudine di presentare carne finemente tagliata dentro un fagotto di pane. È diffusissima e dà luogo a ricette quali il kebab o il gyros pita. Con ogni probabilità l’origine si deve ricercare in Spagna: successivamente gli Spagnoli portarono in America Latina questa ricetta che nel continente americano subì col tempo varie modifiche e rielaborazioni.

In Argentina, in passato, le empanadas era il piatto tipico che si serviva per fare festa al ritorno dei gauchos dopo i lunghi periodi passati nelle pampas a sorvegliare il bestiame.

Ma alla fine, sono molte le cucine che hanno delle varianti di questo tipo di preparazione in cui l’impasto di farine di vario tipo  è ripieno di  svariati ingredienti: basti pensare ai nostri Calzoni o alla Cornish pastry della Cornovaglia -una regione del sud della Gran Bretagna- che consiste in un pezzo di impasto riempito di carne tritata e cipolla.

Le Empanadas di Carne di Rocio

Impasto

  • 1/2 kg Farina
  • 200g Burro
  • 1 cucchiaino di aceto di vino
  • Sale qb
  • Acqua

Mettete la farina in una ciotola, aggiungete burro, aceto e sale e cominciate a lavorate l’impasto. Aggiungete l’acqua un po’ alla volta fino ad ottenere un impasto uniforme ed elastico. Lasciate riposare 15 minuti.


Ripieno

  • Olio EVO
  • 3 cipolle medie
  • Mezzo peperone rosso
  • 1/2 kg carne di manzo macinata
  • 2 cucchiaini sale
  • 2 cucchiaini cumino
  • 2 cucchiaini Pepe nero
  • 2 cucchiaini peperoncino
  • 2 uova sode medie
  • 1 manciata di erba cipollina fresca
  • 1 manciata olive nere tipo Gaeta

Procedura

Soffriggete la cipolla e il peperone rosso fino a che siano dorati e morbidi. Aggiungete la carne e condite con sale, comino, pepe e peperoncino. Quando la carne è cotta, unite le olive denocciolate e le uova sode, tagliate in pezzi non troppo piccoli. Aggiungete l’erba cipollina e cuocete altri due minuti.

Togliete la padella con il ripieno dai fornelli e lasciate raffreddare. Stendete l’impasto di burro e farina su un ripiano infarinato, fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di circa 3-4 mm.

Ricavate con un coppa-pasta o con una tazza dei cerchi di sfoglia di circa 10 cm di diametro. Mettete nel mezzo di ogni cerchio, un cucchiaio di ripieno e chiudete le empanadas a metà, ottenendo tante mezzelune. Premete sui bordi con una forchetta. Procedere a fare l’intreccio decorativo (opzionale).


Pre-riscaldate il forno a 180 gradi. Collocate le empanadas su un teglia con carta forno e spennellatele con dell’uovo sbattuto. Mettete in forno per 30 minuti.

Servitele calde. Sono appetitose, squisite!

Buon appetito!

Anna

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *