L’Orto è a Riposo Durante l’Inverno, ma…

L’Orto è a Riposo Durante l’Inverno, ma…

Anche quest’anno a febbraio il nostro orto è a riposo. E questo fermo invernale durerà un paio di mesi. Ma se ogni inverno fosse così mite si potrebbe coltivare tutto l’anno. Però noi siamo ancora programmati a pensare che in inverno ci siano le gelate e il terreno si raffredda e si indurisce e le foglie delle piante diventano marroni e perdono il turgore perchè bruciate dal gelo.

Dopo una gelata i cavolfiori sono duri come una palla di ghiaccio. Durante la giornata le temperature si alzano ma internamente qualcosa è compromesso e si formano macchie marroni all’interno dei cavoli e delle verdure. Quest’anno ancora non è successo ma abbiamo venduto tutta la produzione.

Non abbiamo voluto correre il rischio di mettere altra verdura che avrebbe potuto gelare. Dovremo sicuramente riconsiderare i nostri programmi di semina, ampliare la serra e piantare qualcosa durante i mesi di febbraio e marzo. Le nostre serre non sono riscaldate ma con una stagione così bella possono funzionare benissimo.

Abbiamo approfittato di questa stagione mite e asciutta per rompere i sovesci e per spargere il letame compostato dei cumuli sia in serra che fuori. I sovesci sono una fantastica cultura che ha come scopo quello di portare sostanza organica al terreno.
agricola-boccea-agricltura-bio-roma-verdure-bio-stagionalità-frutta e verduraSi semina un bel miscuglio di leguminose come il favino, il pisello proteico, la veccia. I biodinamici preferiscono mettere anche i trifogli, qualche graminacea e qualche brassica(“disinfetta” il terreno). Oltre che a portare materia organica con la vegetazione e a fissare l’azoto atmosferico con i tubercoli presenti sulle radici delle leguminose, il sistema radicale di specie di piante così diverse contribuisce a lavorare e  aristrutturare il terreno in profondità.

Abbiamo preparato i solchi per mettere le patate e stanno crescendo le fave e i piselli e tra poco la serra sarà pronta per accogliere le prime verdure a foglia. Quest’anno abbiamo seminato del farro e a breve faremo una prova con i ceci e le lenticchie che speriamo che vengano bene e siano buone così da potervele far assaggiare.

Anna

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *