Home » Shop » Carne bovina » TRIPPA DI VITELLA BIO - 500 gr

COD: 8630

TRIPPA DI VITELLA BIO - 500 gr

Prezzo al kg € 14,00

Esaurito

Descrizione

La trippa è un piatto tradizionale della cucina povera romana e fa parte del c.d. Quinto Quarto dell’animale. La nostra trippa viene sbollentata prima del confezionamento e non viene sbiancata con nessun tipo di additivo. Le confezioni contengono una selezione dei quattro stomaci del bovino: reticolo, omaso, rumine e abomaso. La trippa dei nostri animali è garanzia di qualità in quanto i nostri animali vengono allevati al pascolo nel pieno rispetto della loro etologia. La confezione può presentare piccole variazioni (max 20 gr) in eccesso o in difetto dovute all’artigianalità della lavorazione e al rispetto dell’integrità del prodotto. Ogni confezione ha un peso medio di 500 gr: sono possibili piccole variazioni (circa 30 gr in più o in meno) dovute all’artigianalità della lavorazione e al rispetto dell’integrità del prodotto.

Certificazioni di qualità

Le nostre carni bovine hanno conseguito la certificazione biologica rilasciata da C.C.P.B. e la certificazione biodinamica rilasciata da Demeter

Confezionamento e modalità di consegna

La trippa viene consegnata in confezioni sottovuoto, con una scadenza minima garantita di 5 giorni, grazie ai nostri mezzi refrigerati che garantiscono la catena del freddo. Ogni confezione ha un peso medio di 500 gr: sono possibili piccole variazioni (circa 30 gr in più o in meno) dovute all’artigianalità della lavorazione e al rispetto dell’integrità del prodotto. La lavorazione e il confezionamento della carne è effettuata dal nostro laboratorio di Fiducia Gusto Sapore e Piacere SRL di Bomarzo.

Modalità di cottura

Per una migliore qualità organolettica della trippa, si consiglia di estrarla dal sottovuoto almeno ½ ora prima della cottura. La trippa si presta ad una cottura lenta in tegame.

Modalità di conservazione

Le confezioni sottovuoto possono essere conservate nella parte bassa del frigorifero tra 0 e 4 gradi (in estate è bene prevedere la conservazione tra 0 e 2 gradi per ovviare all’innalzamento della temperatura dovuto all’apertura della porta). Consigliamo di controllare sempre la data di scadenza indicata in etichetta per valutare l’eventuale congelamento casalingo.