Pizza con la Scarola

Pizza con la Scarola

A volte, in inverno ci si stanca di mangiare la solita verdura di stagione come cavoli, broccoli, cicoria .. la pizza di scarole è una buona alternativa, un alimento completo e gustoso che piace anche ai ragazzi .. in fondo è sempre pizza!

INGREDIENTI

Per la pizza

  • 650 gr di farina Manitoba
  • 520-550 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 10 gr di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di olio evo
  • 1 bustina di lievito di birra secco
  • Poca farina di semola di grano duro rimacinata

Per il ripieno

  • 1, 5 kg di scarola
  • 2 filetti di acciughe
  • 2 cucchiai di capperi sotto sale
  • 2 spicchi di aglio
  • 3 o 4 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
  • 2 cucchiai di uvetta sultanina ammollata in acqua calda
  • 70 gr di pinoli tostati
  • Olio evo q.b.
  • Sale q.b.

La pasta per la pizza deve essere avviata il giorno prima. Sciogliete il lievito in una tazza con poca acqua a temperatura ambiente, aggiungendo un cucchiaino di zucchero e 2 cucchiai di farina. Ne deve risultare una pappetta appiccicosa che lascerete riposare, coperta dalla pellicola trasparente, per circa 10-20 minuti, alla fine dei quali avrà iniziato a gonfiare creando delle bollicine superficiali.

In una ciotola più capiente, inserite il lievitino appena preparato e aggiungete gradatamente farina e acqua. Prima di aggiungere l’ultima farina, versate l’olio e il sale. Ne risulterà un impasto molto morbido e colloso, quasi stracciato.

Sul piano di lavoro, distribuite la farina di semola di grano duro e l’impasto: lasciate riposare per 10 minuti; riprendete l’impasto, allargatelo sul piano di lavoro e ripiegatelo su se stesso (con lo schema a 3 pieghe); lasciatelo riposare per circa 20 minuti, coperto da un canovaccio, al termine dei quali dovrete ripetere questa operazione. Di volta in volta, l’impasto risulterà meno colloso. Al termine della procedura, riponete l’impasto in un recipiente molto capiente, coperto ermeticamente con della pellicola trasparente e inseritelo in frigorifero nel cassetto della verdura per almeno 12-18 ore.

Nel frattempo, preparate il ripieno.

Lavate accuratamente la scarola, facendola sgocciolare molto bene.

In una casseruola molto capiente, fate soffriggere l’olio con l’aglio. Appena l’aglio è dorato, eiminatelo e, lontano dal fuoco, inserite  i filetti di acciuga, le olive e i capperi.

Rimettete  la casseruola sul fuoco e aggiungete la scarola, lavata e asciugata. Regolate di sale, stando attenti al fatto che sia i capperi che le olive sono alimenti molto sapidi. Dopo una decina di minuti, aggiungete le uvette e i pinoli tostati.

Fate saltare a fuoco vivace finchè l’acqua di cottura non è completamente riassorbita: il ripieno è pronto.

Circa 4 ore prima della cottura della pizza, estraete dal frigorifero l’impasto della pizza e lasciatela  a temperatura ambiente.

Dividete in due l’impasto: stendete la prima parte su una teglia circolare di circa 24 cm, lasciando i bordi alti (se fuoriescono dallo stampo non importa). Aggiungete il ripieno, stando attenti a distribuire uniformemente capperi, olive, uvette e pinoli. Stendete un secondo disco di pizza da sovrapporre al ripieno e chiudete attentamente i bordi in modo che in cottura, il ripieno non inumidisca la base, eliminando la pasta in eccesso con un coltello. Fate un piccolo forellino sulla sommità della pizza in modo da far fuoriuscire il vapore in cottura.

Infornate a 300° o alla massima temperatura permessa dal forno, per circa 20-30 minuti o finchè la pizza non risulta dorata. Ricordate che il ripieno è già cotto, bisogna avere solo una cottura ottimale dell’impasto.

La pizza di scarola può essere servita tiepida o fredda,  è un ottimo antipasto, contorno o merenda: il sapore dolciastro delle uvette e dei pinoli fa da contrasto al sapido di olive e capperi e all’amarognolo della scarola stessa: una delizia!

Buon Appetito!

Anna

 

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *