Cibi da Non Mettere in Frigorifero

Cibi da Non Mettere in Frigorifero

La certezza è che i cibi conservati in frigo si mantengono meglio. Resteranno freschi più a lungo, non saranno attaccati da batteri e funghi. Manterranno intatti il gusto, il sapore, l’aspetto e la consistenza.
Ci sono però degli alimenti che usiamo comunemente che è meglio tenere lontani dal frigorifero di casa.

Ci sono due tipi di microorganismi che causano problemi:

  1. i batteri patogeni che si trovano nel cibo e che fanno ammalare;
  2. i batteri della decomposizione che cambiano l’aspetto, l’odore e il gusto degli alimenti.

Quando i cibi sviluppano agenti patogeni posso comunque avere un aspetto, un odore e un sapore normale ma essere pericolosi, mentre quando ci troviamo di fronte ad un prodotto rovinato non necessariamente questo ci farà ammalare.

Ecco una lista di cibi che non devono stare nel frigo di casa.

OLIO
Si solidifica inutilmente. Conservatelo in un luogo fresco e lontano dalla luce.

CAFFÈ
Il caffe sia in tazza, che in grani, che in polvere. Il caffè si comporta come una spugna e assorbe tutti gli odori del vostro frigo. Conservatelo al buio, lontano da odori, in un luogo asciutto e compratene poco per volta.

POMODORI
Il problema in frigo è che il freddo devasta la struttura della polpa del pomodoro e lo rende farinoso. Avete mai assaggiato un’insalata con pomodori un pò pastosi e molto insipidi? Conservateli all’aperto in una cesta e mangiate per primi quelli appena rovinati.
azienda agricola boccea.agricoltura bio roma-Cibi da non mettere in frigo

PATATE – PATATE DOLCI
L’amido delle patate si rovina a basse temperature. Quindi si rischia che il raffreddamento le renda dolciastre o troppo forti di sapore; insomma, in genere il gusto peggiora. Conservatele in un sacchetto di carta al buio, al fresco e in luogo chiuso.

CIPOLLE
Come i pomodori tendono a diventare farinose e pastose se lasciate a lungo in frigo. In più dove la cipolla è stata tagliata il processo di essiccazione inizia comunque anche se  le incartate con la orrida pellicola. Inoltre le cipolle tagliate rendono maleodorante ogni luogo in cui vengono riposte. Riponetele in un sacchetto di carta al buio in un luogo chiuso.

AGLIO
L’aglio si deteriora velocemente in frigo. Ammuffisce e diventa quasi gommoso e molle. Ve ne accorgerete però solo quando taglierete lo spicchio. Conservatelo in un luogo asciutto e al buio come le cipolle.

BANANE
Se sono verdi e immature e le mettete in frigo non diventeranno mai dolci e buone. D’altro canto se sono già pronte per essere mangiate  ma non ne avete voglia allora è il caso di metterle in frigo. La buccia diventerà nera ma al’interno saranno ancora buone. Se le banane diventano nere,  sbucciatele e conservatele in freezer per preparare poi un gelato o un dolce.

AVOCADO
Mettere un avocado in frigo significa arrestarne la maturazione. Quando li acquistiamo son spesso duri ed è meglio lasciarli fuori perché diventino morbidi.
azienda agricola boccea agricoltura bio roma-Cibi da non mettere in frigo_

AGRUMI
Le basse temperature possono interrompere il processo di maturazione e spesso rendono il colore della buccia meno vivido e con puntini neri. Inoltre all’interno la polpa è secca e insapore.

MELONI
I meloni vanno tenuti lontani dal frigo. Il melone conservato a temperatura ambiente manterrà il livello degli antiossidanti intatto. Mettetelo  in frigorifero una volta aperto.

MELE
Anche le mele perdono sapore in frigorifero e la struttura della polpa si rovina. Se le volete  croccanti e fresche mettetele in frigo mezz’ora prima di mangiarle.

MIELE
Il miele è un cibo che naturalmente si conserve bene e aiuta a conservare altri cibi. Metterlo in frigo incrementerà la velocità  la cristallizzazione dello zucchero e diventarà duro e difficile da prendere con un cucchiaio. Conservatelo a temperatura ambiente lontano dalla luce del sole.

PANE
Diventa duro e gommoso in frigorifero. Le basse temperature lo fanno diventare stantìo. Conservatelo in una cassetto o in contenitore adatto come un paniere.
azienda agricola boccea agricoltura_bio roma-Cibi da non mettere in frigo_

KETCHUP
Molte marmellate ricche di zucchero aggiunto, frutta secca, spezie e sottaceti si possono lasciare fuori dal frigo.

UOVA
Per quanto riguarda le uova c’è da sempre un dibattito aperto tra i fautori del frigo e quelli che lo aborrono. I puristi del gusto e della cucina sono contrari perché secondo loro si rovina il sapore e la qualità dell’uovo che dopo essere stato refrigerato non è più in grado di legarsi al meglio con altri ingredienti. I fautori del frigo hanno dimostrato che le uova si conservano molto più a lungo a basse temperature. Ognuno faccia come vuole.

Se si ha accesso a uova fresche di giornata sicuramente si possono conservare fuori dal frigo per almeno una settimana. Certo più la temperatura esterna si alza meno si conserveranno. Le uova temono molto anche il movimento e l’essere sballottate. Quindi la porta del frigo non è il luogo più adatto. L’ideale è una temperatura costante che sia al di sotto dei 20°. Del resto spesso nei negozi le uova le troviamo fuori dal frigo.

E ora cosa  mettiamo nello spazio che si è liberato nel nostro frigorifero?

Anna

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *