7 Consigli per una Dieta Sostenibile e più Verde

7 Consigli per una Dieta Sostenibile e più Verde

Per molti di noi “ eco-friendly” c’è un interesse crescente riguardo a come e cosa mangiamo. Ecco alcuni consigli per una dieta verde e sostenibile.

1. ACQUISTATE CIBI BIO
Scegliere alimenti biologici può ridurre le emissioni di anidride carbonica del 68{db4952b922c89c84a11c12771c340231974b29b1a546ab41269169aff40af8ea} rispetto a chi acquista convenzionale (meno concimi chimici e pesticidi). Detto ciò acquistare tutto biologico può essere un salasso per il nostro portafoglio. Ma chi compra prodotti da agricoltura biologica lo fa anche perché è preoccupato per la propria salute.

Si può però prendere in considerazione la possibilità di comprare i seguenti ortaggi anche se non bio perché considerati i più “puliti” da un punto di vista ambientale perché meno contaminati da residui di pesticidi: le cipolle, l’ananas, gli asparagi, i piselli, le melanzane, i kiwi, i funghi, i cavoli, le angurie e i pompelmi.

2. COMPRATE PRODOTTI LOCALI
Quando comprate cibo che è stato coltivato nelle vicinanze aiutate a ridurre la media dei chilometri che gli alimenti devono percorrere per arrivare sulle nostre tavole. Ciò significa ridurre la quantità di petrolio bruciato e quindi anche l’anidride carbonica emessa nell’atmosfera.

In più comprare a chilometro zero significa anche sostenere i piccoli agricoltori locali che di solito usano tecniche culturali sostenibili che proteggono le risorse idriche e contribuiscono a mantenere i terreni fertili. Non hanno, infatti, alcun interesse a depauperare le loro risorse perché non hanno l’opzione di potersi trasferire altrove. Il loro sostentamento e la salute dei paesi in cui vivono dipende dalle pratiche culturali sostenibili che restituiscono fertilità ai loro campi.

I produttori locali coltivano anche una grande varietà di prodotti tipici in contrasto con le grandi industrie agricole che invece piantano monoculture su grandi estensioni di terra. La biodiversità è anche una straordinaria difesa contro la diffusione di insetti dannosi e patogeni delle piante.

3. COLTIVATE IL VOSTRO PICCOLO ORTO CASALINGO
Sia che piantate un vaso con erbe aromatiche sul vostro balcone o che rimpiazzate un aiuola di fiori con ortaggi succulenti, il giardino di casa può essere un’altra fonte di cibo locale. Andrete sempre meno a comprare cibo nei negozi alimentari. Risparmierete tempo e strada e il vostro cibo avrà viaggiato pochissimo e non avrà consumato carburante per il trasporto. Inoltre da un punto di vista nutrizionale, raccogliere un prodotto quando è maturo al punto giusto e poterlo mangiare subito è il massimo!
azienda agricoal boccea orto in casa orto in balcone4) FATE ATTENZIONE DA DOVE ARRIVA IL PESCE CHE MANGIATE
Dal 1950 ad oggi almeno 1/3 delle specie di pesce pescate nel mondo sono in pericolo di estinzione. È perciò importante sapere cosa scegliere e comprare. Anche qui cercate il pesce di stagione e locale e le specie che non sono in pericolo. C’è il sito di Slow Food – Slow Fish – che ci può illuminare sulla questione.

5) TAGLIATE IL CONSUMO DI CARNE
Lo sapevate che gran parte dei gas serra sono prodotti in tutto il mondo grazie agli allevamenti industriali di animali? È proprio così: alcuni tipi di carne hanno un effetto sull’ambiente più negativo di altri. E alcuni alimenti di origine animale come il latte e i suoi derivati, la carne e il pollo provenienti da agricoltura convenzionale hanno un impatto devastante sull’ambiente. La soluzione è mangiarne meno e scegliere i prodotti che vengono da aziende che lasciano più possibile gli animali al pascolo.

6) COMPRATE PRODOTTI DI STAGIONE
Quelle belle ciliege grosse che a gennaio arrivano dal Cile, oppure i pomodori di tutti i colori prodotti nelle serre riscaldate o le zucchine mini e i fagiolini insipidi che si trovano in inverno, richiedono enormi risorse sia per produrli che per trasportarli. Impariamo quali sono le nostre verdure di stagione e mangiamole. Lasciamo i frutti esotici per le occasioni speciali e ritorniamo a mangiare le primizie di stagione con grande gioia.

7) MANGIAMO SECONDO I PRINCIPI DELLA DIETA MEDITERRANEA
Oltre ad essere la più salutare è anche molto variata: frutta, ortaggi, legumi , cereali , poca carne e poco formaggio. Ne avremo benefici per la salute mantenendo il controllo sul peso e sui livelli di glucosio nel sangue. Pare si riducano anche i rischi di infarto e i disturbi al cuore e addirittura si dice che aiuti contro la depressione e riduca il rischio di contrarre l’Alzheimer.
azienda agricola boccea dieta meditteranea

Anna

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *